Now Playing Tracks

IL NOSTRO GRANDE SUCCESSO

Mamma Mia!

Grande successo per la Compagnia di Mastro Titta che ha messo in scena il musical Mamma Mia! venerdì 20 e sabato 21 maggio (data replicata a grande richiesta del pubblico) al Teatro Mancinelli di Orvieto.

Sotto la direzione artistica della professoressa Paola Cecconi e grazie al coordinamento della professoressa Rita Custodi, la Compagnia ha presentato il musical scritto nel 1975 dalla drammaturga inglese Catherine Johnson e basato sulle musiche degli ABBA (gruppo musicale pop svedese degli anni ’70).

Gente di talento è proprio il caso di dire. I ragazzi hanno saputo dare un’interpretazione personale emozionante e al tempo stesso fedele alla storia originale, basata sule vicende di due donne: Sophie e sua madre. La giovane, in procinto di sposarsi, vorrebbe l’assenso del padre che non ha mai conosciuto.

Decisa a scoprire l’identità del genitore si troverà a decidere chi, fra tre possibili candidati è l’uomo che sta cercando.

Questo musical è stato un vero e proprio inno alla vita per gli spettatori che hanno avuto la fortuna di assistere allo spettacolo. Sono stati condivisi sogni, progetti e aspettative derivanti da un lungo periodo di lavoro insieme, fianco a fianco, sul palco come nella vita di tutti i giorni.

L’obiettivo primario della Compagnia era quello di trasmettere al pubblico uno spettacolo che sapesse di favola, che sapesse trasportare per una sera nell’immaginaria isola greca di Kalokairi e vivere in prima persona le emozioni e le passioni dei protagonisti.

Vista la calorosa accoglienza da parte del pubblico del Mancinelli e dei fan, la Compagnia di Mastro Titta può ritenersi pienamente soddisfatta del lavoro svolto e del risultato ottenuto nel corso di questo lungo e bellissimo anno.

Gli obiettivi della Compagnia

Secondo noi il teatro è una delle maggiori forme di espressione corporea, ma anche sonora ed espressiva.

Avere maggio consapevolezza delle proprie capacità e delle proprie emozioni, aiuta a sviluppare la creatività, il linguaggio, stimolare l’attività di gruppo e a star bene con se stessi e con gli altri.

Il teatro, ed in particolare il musical, è un ottimo modo per imparare i differenti linguaggi espressivi. Un momento di profonda comunicazione tra l’attore e lo spettatore che si uniscono in un turbinio di emozioni e sensazioni. 

Fiocco rosa in teatro: è nata la “Compagnia Mastro Titta”

Iniziano i festeggiamenti per il lieto evento con la messa in scena del musical “MAMMA MIA” che già dal titolo vuole essere un inno di ringraziamento alla vita. Questa nascita è stata salutata con grande affetto dal pubblico, a testimonianza della nostra importante e formativa esperienza scolastica e del successo nel campo del musical e della commedia musicale italiana.

Il nostro desiderio è di mantenere costantemente uno sguardo aperto al mondo e alle esigenze creative per farle crescere in piena libertà e in modo che il pubblico trovi corrispondenza e coinvolgimento attraverso l’incontro con la nostra produzione artistica.

Vogliamo condividere sogni e progetti, mantenendo un’attenzione per il nuovo e costruire un sistema di vasi comunicanti aperto alle sollecitazioni provenienti dalla nostra terra. Tutto questo si avvererà grazie alle tante verità che il lavoro insieme ci svela, in ogni momento della nostra vita artistica e non.

La PASSIONE sarà la nostra guida, la TENACIA la nostra forza.

Verranno compleanni e giorni da ricordare…la Compagnia diventerà adulta e noi saremo ancora qu, sempre più sicuri di aver dato vita al SOGNO, principe e despota di anime in continuo divenire.

E mentre l’oscurità abbraccia il mare addormentato dell’immaginaria Kalokairi, la giovane sposa Sophie decide di invitare al suo matrimonio tre uomini, tre nomi scovati tra le pagine consunte del diario materno: tre possibili padri che ricevono l’invito inaspettato dell’antica innamorata.

La musica trascinante degli Abba, l’azione corale e la sfrontata bellezza della gioventù si combinano insieme per realizzare uno spettacolo che sa di FAVOLA, un colorato mito greco, assurdo piacere dei destini, commovente inno alla vita…

Non è un caso se troverete salite, scale e corse senza sosta, allegoria sorridente di un’imperiosa esortazione alla gioia da cui difficilmente ci si affranca una volta tornata la luce in sala.

To Tumblr, Love Pixel Union